Scrivi

Copertina_Scrivi“Ogni momento insignificante è stato comunque un punto cucito a mano sull’abito della mia vita”

Oggi vi parlo di Scrivi, il primo romanzo di Marianna Brogi, scrittrice di una bravura pazzesca.
Il libro è stato pubblicato da Geeko Editor, la casa editrice digitale di cui vi parlo in continuazione e alla cui community non mi stancherò mai di invitarvi a partecipare (tra le iniziative vi ricordo la possibilità di interagire con i suoi autori, leggere e caricare racconti o recensioni, scaricare ebooks, partecipare alle letture condivise, ai contest di narrativa e alle serate letterarie del martedì sera!).

Io ho conosciuto Marianna Brogi proprio grazie alla community di Geeko Editor e mi sono  appassionata man mano alla sua scrittura attraverso i suoi racconti, le sue poesie e i suoi interventi nel caffè letterario.
Quando Scrivi è stato pubblicato, é finito subito nella mia lista dei libri da leggere e credetemi quando vi dico che questo è un libro straordinario, che racconta la forza che hanno le persone di attraversarci e le parole di confortarci.

Scrivi è un romanzo quasi autobiografico che affonda le sue radici nei ricordi di Marianna, in ciò che ha vissuto, sentito e visto con i suoi occhi, ma è soprattutto un inno a due dei punti fermi della sua vita, Celeste e Marcello, ai quali la protagonista, Dorotea, si rivolge, alternando capitoli dedicati all’uno e all’altro e agli insegnamenti che ha tratto dalla profonda amicizia con entrambi e agli avvenimenti che l’hanno segnata e spinta a trovare le risposte che andava cercando.
Capitolo dopo capitolo, Scrivi diventa un contenitore di riflessioni che formano un libro che vuole anche essere un inno alla scrittura e al suo potere di salvarci la vita.

Dorotea è una donna dei nostri tempi che si ritrova ad affrontare la Crisi, quella che dieci anni fa ha iniziato a diffondersi a macchia d’olio su tutta l’Italia.
È una Crisi che non riguarda solo un paese e tutti i suoi aspetti (da quello sociale a quello economico) ma anche gli italiani sempre più alle prese con insoddisfazioni e sacrifici non ripagati.
È dunque in questo clima che Dorotea comincia a raccontare la sua storia, una storia di forza per lottare e uscire dalla paura, elaborare i propri dolori e trasformarli in un’energia tale da cambiare tutto.

Ma facciamo un passo indietro perchè il romanzo si apre con la storia di Celeste, anziana signora di Pennabili con la quale Dorotea trascorre la sua infanzia e alla quale è legatissima.

Dorotea infatti, inizia la sua storia raccontando la nascita di Celeste, o meglio col volo che sua madre le fa fare dalla finestra. La madre di Celeste non è ancora sposata quando scopre di essere incinta e in paese è meglio evitare che si sappia.
Così sua madre la getta fuori dalla finestra e Celeste precipita su un cumulo di neve, dal quale viene raccolta da sua nonna. Celeste trascorre i primi anni di vita a Pennabili.
Intanto scoppia la prima guerra mondiale, la povertà avanza e Celeste, a soli 7 anni, è costretta a lasciare il paese e a lavorare.

Celeste trova lavoro come serva ma non le importa, ciò che conta davvero per lei è non dover tornare a casa da sua madre. Non sopporterebbe la fame, la povertà, l’ignoranza e sopratutto il suo odio.
La sua vita è caratterizzata da viaggi e trasferimenti in città di Italia differenti, per lavoro o per seguire Igino, l’uomo che sposa, nonostante i dubbi e le insicurezze.
Celeste conosce il dolore, la sofferenza, i silenzi ma nonostante tutto è una donna piena d’amore, verso il prossimo, verso gli animali, verso suo figlio Enrico, verso Dorotea, verso chiunque; e anche quando la vita continua a toglierle la possibilità di essere felice, Celeste non perde la sua risata spontanea e quella forza tutta particolare che diventa anche la forza di Dorotea.

Dorotea crede nel destino ed è sicura che non sia un caso se Celeste, ormai anziana, torna a Pennabili.
Non può che esserci un solo motivo, ovvero che siano destinate ad incontrarsi.
Ed ecco Celeste, che come una nonna, racconta a Dorotea la sua giovinezza, le sue esperienze, le sue fatiche, i suoi dolori ma anche le sue gioie e mentre Celeste racconta, trova anche il tempo di proteggere Dorotea, di farle amare la vita, di insegnarle a rimboccarsi sempre le maniche e ad inseguire i suoi sogni.
Dorotea riscrivendo la storia di Celeste, trova le risposte alle domande che si è sempre posta e racconta a Marcello, al quale si rivolge nel libro, e a chi legge, cosa hanno significato quei momenti trascorsi con Celeste e soprattutto cosa è successo dopo la morte di Celeste e quella di Marcello.

Marcello è il fratello che Dorotea non ha mai avuto. Si conoscono a scuola, lui è un bravo ragazzo, accudisce la sua famiglia con grande dedizione, una dedizione talmente grande che ad un certo punto Marcello esplode iniziando a trasgredire e ad evadere, ma di un’evasione che gli costerà cara.

Dorotea non vuole dimenticarli e soprattutto non vuole dimenticare di essere felice, per questo quando sente consumarsi dentro dice “Basta” e si fa un regalo, quello di salvarsi la vita ed iniziare a fare ciò che davvero desidera fare, scrivere.

Scrivi dunque diventa un imperativo, diventa il coraggio di inseguire i propri sogni, rompere gli schemi, ascoltare se stessi piuttosto che gli altri e non sottostare alle regole se non coincidono con i nostri desideri. Insomma, tutto ciò che Celeste e Marcello avrebbero voluto che Dorotea facesse, accade davvero.

Io mi sento di consigliare questo libro a tutti, soprattutto a chi cerca il coraggio di agire, di credere nei propri sogni e realizzarli.

Leggetelo e lasciatevi emozionare dai racconti di Dorotea, dalle atmosfere dei luoghi che descrive, dai viaggi che intraprende, dalla musica che si mescola alle parole, dalle descrizioni dettagliate che ci fanno vedere tutto ciò che Dorotea narra, e ricordatevi di “sentire” e affrontare la vita col cuore e non tradirvi mai.

Vi lascio il link per iscrivervi a Geeko Editor e scaricare l’ebook di Marianna:

https://www.geekoeditor.it

Vi aspettiamo nel caffè letterario.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...